Cappotto termico o pittura termoisolante?

Cappotto termico o pittura termoisolante?

 

Sfatiamo alcuni miti
Le favole le faccio raccontare agli altri…

Mito numero 1:
Questo è il più discusso, argomento di dibattito tra chi parla di cappotto termici e chi ti pitture termoisolanti.

Il problema sta di mezzo.

“La pittura termica NON può sostituire il Cappotto Termico!”

Molte volte mi sono imbattuto in discussioni fatte nei gruppi di professionisti del settore, molte volte veniva attaccato il nome della pittura “termoisolante”.

In realtà il nome ci sta tutto perché è una pittura che elimina i ponti termici sulle pareti ed elimina il problema della Muffa.

Se vuoi fare un rivestimento termico per un efficace risparmio energetico allora devi fare un cappotto (però consiglio SEMPRE quello esterno, quello interno per me è meglio evitarlo per vari motivi che non vado a spiegare in questo post)

Perché dico che il nome termoisolante, anche se fuorviante, è un giusto nome?

Te lo spiego nel mito Numero 2:
“Le pitture termoisolanti NON sono tutte uguali ”

Esistono di vari tipi, a microsfere di vetro e a microsfere di ceramica.

Queste pitture funzionano in questa maniera; Assorbendo il calore interno e riscaldando le pareti.

Così facendo effettivamente si ha un minimo di risparmio energetico perché non fa disperdere il calore sulle pareti fredde e nello stesso tempo isola i punti freddi della casa facendo da “isolante” tra l’esterno e l’interno.

Creando proprio un effetto termos.

Ma c’è differenza tra microsfere di vetro e microsfere di ceramica?

Ovvio.

Immagina di versare un caffè caldo in un bicchiere di vetro e versalo in uno di ceramica.

Quale secondo te si raffredda prima?

Ovviamente il caffè nel bicchiere di vetro.

Per questo le pitture a microsfere di ceramica hanno un efficacia maggiore per eliminare i ponti termici ed ELIMINARE il problema della MUFFA sui muri.

Quindi la mia domanda è vuoi risolvere la muffa o avere un alto risparmio energetico?

Con le pitture termoisolanti eliminerai la muffa e ed avrai comunque un minimo di risparmio energetico, perché manterrai calde (o fresche) le camere più a lungo.

Se proprio vuoi fare invece un cappotto termico ti consiglio di farlo all’esterno ma anche dall’interno dovrai fare attenzione a dei piccoli accorgimenti per evitare il problema Muffa.

Il cappotto interno invece te lo sconsiglio, è il classico sistema “occhio non vede cuore non duole” ma quando sentirai puzza di umido dentro casa il danno ormai sarà irreparabile.

Al prossimo articolo.
Gaetano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Scrivimi su WhatsApp